Il Forum de L'Unione Sarda
Messaggi inviati da: alessandra riva  XML
Profilo per alessandra riva -> Messaggi inviati da alessandra riva [149] Vai alla pagina: Precedente  1, 2, 3, 4, 5 Successivo 
Autore Messaggio
Sinceramente, mi sono innvervosita molto di più lunedi sera, con i vivi ancora sepolti, guardando PORTA A PORTA, invece di pensare ai feriti, parlavano già di ricostruzione, si chiese e monumenti. Questo secondo me è non avere rispetto per I MORTI e I FERITI, di cui ancora oggi nessuno parla, sembrano scomparsi, i feriti.

Riguarderò la puntata, con una penna a portata di mano, per vedere cosa ha detto di SCANDALOSO Santoro, ma giuro che proprio non me ne sono accorta, e non ha certo offeso i volontari.

Sulle vignette, purtroppo, succede ovunque nel mondo, anch'io non me la sentirei in questi frangenti di riderci sopra, ma è la satira, e non succede solo per i terremoti, quando non ci riguarda, tipo sulla guerra in Iraq, nessuno le ha criticate pubblicamente.

A mio parere Berlusconi e Fini hanno trovato riprovevoli le accuse contro i costruttori, loro amici. Ricordiamoci che anche martedi a Ballarò, proprio la dottoressa TODINI, si la stessa delle costruzioni, pdl, ribolliva di rabbia, ma probabilmente sa molte cose che noi non sappiamo ancora, e che vorrebbe non emergessero, e giovedi qualcosa si è sentito.
Se invece anche 'Anno Zero' si deve ispirare ai criteri che disciplinano il servizio pubblico, allora era necessaria una inchiesta interna.

QUALI SONO I CRITERI?

Tacere la verità?

Coprire i costruttori da Impregilo a Todini?

Accettare che la camorra e la mafia, la 'ndrangheta e i politici corrotti continuino a MANGIARSI i ns soldi?

Ricordiamoci che come contribuenti, paghiamo tre volte:

con le tasse;

con le offerte volontarie, fatte con il cuore, ma sempre soldi nostri;

con le una tantum a vita.
Sempre a proposito di terremoto, o io ho guardo un altra tv e un altra puntata di ANNOZERO, o ancora non ho capito cosa Santoro ha detto di cosi sconvolgente giovedi sul terremoto, sui soccorsi, sulla protezione civile.

Di sconvolgente, si fa per dire, io ho sentito che le Imprese Todini, note, la dottoressa Todini è spesso in tv, PDL, anche martedi a Ballarò, HA PAGATO LA CAMORRA per la Salerno Reggio Calabria.

Comunque, oggi sulla rassegna stampa:

E' di nuovo polemica su 'Anno Zero' e ieri sono stati il presidente del Consiglio e il presidente della Camera ad attaccare la trasmissione di Michele Santoro, che giovedì scorso ha criticato duramente la macchina dei soccorsi per il terremoto. La Rai interviene con un comunicato congiunto del presidente Paolo Garimberti e del dg Mauro Masi nel quale si annunciano "approfondimenti" sulla vicenda e si testimonia solidarietà alla protezione civile. L'opposizione si divide, con Italia dei valori che si schiera con il giornalista, e il Pd che parla a più voci: Giorgio Merlo. critico con Anno Zero, plaude all'iniziativa di Garimberti e Masi; Vincenzo Vita denuncia un "nuovo attacco alla libertà di informazione da parte di Silvio Berlusconi".
Il primo affondo è arrivato da Fini, che ha parlato di "indignazione profonda" per una "trasmissione indecente". Ha detto il presidente della Camera, in visita all'Aquila: "L'unica cosa stonata in questa tragedia è stata una trasmissione televisiva, voi sapete quale, semplicemente indecente. Non si può speculare sulla tragedia solamente per l'indice di ascolto".
Poche ore dopo è stato il premier, sollecitato dai giornalisti, a chosare: "Una tv pubblica non può comportarsi in questo modo". E poi: "Non parlo di quello (Santoro, ndr), ho già detto abbastanza credo che i fatti mi abbiano dato ragione".
I vertici di viale Mazzini, dal canto loro, sono intervenuti con un comunicato congiunto di Garimberti e Masi: "Faremo tutti gli approfondimenti previsti dalla normativa vigente e dai regolamenti aziendali", hanno detto aggiungendo "nuovamente pieno e forte sostegno alle azioni svolte dalla Protezione Civile per il terremoto in Abruzzo. Solidarietà peraltro già espressa sin dal primo momento dal Direttore Generale con una sua propria dichiarazione ripresa da tutte le testate della Rai".
Italia dei valori ha subito preso le parti di Santoro. Prima con i due capigruppo parlamentari e poi con una nota dello stesso Antonio Di Pietro: "Pretendere di mettere il bavaglio ad un giornalismo che approfondisce la verità dello svolgimento degli avvenimenti è da criminali", dice il leader di Idv. "L'unica indecenza è la pretesa di pilotare l'informazione".
Per il Pd parlano alcuni degli uomini che si occupano di Rai, ma le posizioni sono opposte. Merlo critica Santoro e approva l'inchiesta interna dell'azienda: "C'è forse una deroga particolare per la trasmissione 'Anno Zero'? Perché se c'è, taccio. Se invece anche 'Anno Zero' si deve ispirare ai criteri che disciplinano il servizio pubblico, allora era necessaria una inchiesta interna. Mi conforta la pronta risposta del presidente e del direttore generale, questo conferma che abbiamo una dirigenza valida e sensibile". Vita, invece, attacca il premier: "Non si tratta di dare voti e giudizi sul programma di Santoro, sul quale è legittimo avere opinioni diverse e contraddittorie.
qui è in causa la libertà di informazione, ancora una volta messa sotto attacco dal presidente del consiglio che è proprietario di buona metà dei media italiani".

eveline wrote:
Ma tu gli apriresti la tua casa a degli sfollati?Questo e' l'aiuto concreto.Le parole finiranno,cosi' come terminera' la morbosa curiosita' della gente venduta per solerte solidarieta' e questa gente che ha bisogno di essere accolta finira' come gli Irpini.Abbandonati a loro stessi.Sono trascorsi 29 anni,c'e' gente nei containers ancora oggi. 


Sulla gente che in Irpinia vive ancora oggi nei containers, bisognerebbe indagare.

Hanno dato i soldi anche per ricostruire le seconde case, a gente campana che viveva al nord.

Penso quindi che ai proprietari di casa, soprattutto se prima casa, i soldi siano arrivati e tanti.

Quasi 60.000 miliardi di allora, pur con mazzette a furti politici, ma per le case i soldi sono stati dati.

Se poi, approfittando del terremoto, i figli dei figli di, come ancora dopo 100 anni succede a Messina, preferiscono vivere nei containers, anziche lavorare e sacrificarsi, per farsi una casa, aspettando sempre le case pubbliche, questo non ha niente a che fare con il terremoto.

Ricordiamoci di Gemona.

eveline wrote:
A proposito di correttezza della segnaletica e delle regole della civile circolazione

Questo dettaglio folkloristico voglio indirizzarlo in particolar modo a Cristina,perche' so che coltiva l'ironia.
Non so se conosci le dimensioni anguste delle strade nel centro storico napoletano....ebbene sappi che in estate le persone pranzano e cenano fuori dai "bassi" (queste case al pian terreno) praticamente in mezzo alla strada.Ogni qualvolta deve passare una macchina spostano l'intera tavola imbandita,passata la vettura si rimettono tranquilli a mangiare in strada....
 


Pane, pomodoro, e SMOG?

Peggio di chi fa il pic-nic ai bordi delle autostrade.
Il problema è che alle cose non fai attensione quando non ti pesano, le bollette del gas e della luce, purtroppo, sono diventate per troppe famiglie dei pesi insopportabili, e ne sanno qualcosa i Comuni e le Parrocchie a cui ormai in tanti chiedono aiuto.

Non parliamo poi di chi neppure una casa ce l'ha, solo a Milano circa 4.000 persone, ma il cittadino comune può fare ben poco per questi problemi, mentre tutti possiamo fare qualcosa per tenere pulite, non solo le spiagge, ma le strade e le piazze delle ns città.

Io, apprezzo chi non getta in strada neppure un mozzicone di sigaretta, ma purtroppo la strada ne è piena. Non parliamo del resto.
Quattromori come fai a dire:

la vita che fà oggi la donna non ha nulla a che vedere con quella che facevano una trentina di anni fà, tutto è davvero molto più soft.

Io trovo sia esattamente in contrario.

Torniamo al 79, era facilissimo trovare lavoro e lavoro vero, gli stipendi erano molto più alti, e soprattutto, bastava uno stipendio per vivere dignitosamente, il secondo serviva per vivere mlto bene e risparmiare.

Forse quel 30 doveva essere un 60.

Parlando invece di parto e di dolore, sinceramente, rimpiango i miei tre parti e la felicità di quei momenti, sono ben altri i dolori della vita.

E' vero che l'Unione Europea ha chiesto solo l'unificazione dell'età per le pensioni di vecchiaia (per quelle di anzianità bastano i 40 anni) ma è illusorio pensare che abbassino quella degli uomini a 60.
Resta lo scandalo delle pensioni ai parlamentari, per loro bastano poche legislature, e non dimentichiamo che la Regione Sicilia, ancora e solo tre anni fa prepensionato con 25 anni migliaia di impiegati.
Il ruolo della casalinga da molto più comodo agli uomini che alle donne.

L'Unione Europea ha solo chiesto la parità, non di elevare gli anni alle donne.

Non essendoci però soldi, ovvio che alzeranno l'età per le donne,

Per certi versi, da neo-pensionata, dopo 37 anni di lavoro, per certi versi meglio continuare a lavorare, almeno non ti senti dire 'tanto sei a casa, non tanto dal marito che non si permetterebbe mai, ma dai figli ed inoltre, le donne, sono le prime a sacrificarsi anche nella cura dei genitori anziani, quindi, se il lavoro è impiegatizio, ben vengano anche i 65, fermi i 40 di contributi indipendenti dall'età.

Dubito molto però che utilizzeranno i soldi risparmiati per gli asili nido e case di riposo, indispensabili che le donne, spero tutte, continueranno a lavorare.

Non cè cosa peggiore che dipendere economicamente da un uomo, se non è tuo padre.
40 anni di lavoro sono più che sufficenti se lavorati onestamente.

I problemi sono altri.

Per decenni e per motivi unicamente di voto di scambio, si sono permessi prepensionamenti con addirittura 14 anni e 6 mesi e 1 giorno di lavoro (statali) oppure con 19 anni 6 mesi e 1 giorno, regalando anche 7 anni di contributi agli orfani di guerra. Si sono concesse migliaia e migliaia di pensioni di invalidità a chi non aveva i requisiti per la pensione minima ne l'età per la sociale, una spece di sussidio di disoccupazione, soprattutto al sud e nelle isole, Sardegna compresa.

Non dimentichiamo gli stagionali, che usufruiscono dei sussidi di disoccupazione minima o integrata, sempre a spese dei contribuenti.

Il ns stesso Lamberto Dini USUFRUIRE da oltre 30 anni della pensione della Banca d'Italia in cui ha lavorato appunto solo 20 anni, e già come primo assegno ammontava a ben 12 milioni di lire, cumulabile ovviamente per tutti gli altri compensi.

Ben restino e ci mancherebbe anche quello i 40 anni per la pensione indipendentemente dall'età, ma se sono veramente 40 anni di lavoro.

Siamo sicuri che la notizia corrisponda al vero?

Io ho letto che, come tanti è in crisi, che Soru non vuole metterci altri soldi, che la direzione ha proposto una riduzione degli stipendi e la mancata riconferma dei precari, cosa che sta avvenendo sia nel pubblico impiego, sia nella scuola, dove parlano di 400.000 posti di lavoro a rischio.

Tornando ai quotidiani, conosco abbastanza bene l'ambiente, in tanti e per tanti anni hanno usufruito di troppi aiuti, anche in anni di piena occupazione, era prassi dare a tutti sette anni di prepensionamento, i famosi aiuti all'editoria, e lo stipendio di un operaio al corsera negli anni 80 era superiore a quello di un impiegato della Cariplo, quale ero io, e che non potevo certo lamentarmi dello stipendio.

Quindi i prepensionamenti, sono stati una prassi per decenni, ho un 'caro amico' che a 46 anni è stato prepensionato dal Corsera con una pensione ottima e se la gode da 20 anni, spero per lui in buona salute e per altri 20.
Inoltre non potevano scegliere, l'ambiente, allora molto 'rosso' anche al corsera, imponeva a tutti di lasciare il posto ad un nuovo assunto.
Non penso faccia paura a nessuno, Franceschini.

Berlusconi deve temere solo il dilatarsi di questa crisi, ormai incalcolabile.

Quando veramente saranno centinaia di migliaia i disoccupati, i cassintegrati, i precari a spasso, le nuove leve in cerca di prima occupazione, allo forse gli italiani saranno abbastanza vacinati per capire che non è questione di essere di destra, di cento o di sinistra, ma di pensare al lavoro, alle famiglie, allo stato sociale, alla sanità, e soprattutto ad una migliore istruzione pubblica.

I ns cari parlamentari oggi hanno ottenuto il dimezzamento dei costi al bar interno a Monte Citorio, adesso pagheranno il caffè 40 centesimi, non potevano permettersi di pagarlo 80, mentre noi lo facciamo quotidiacamente.

E' una piccola cosa, ma da il senso di come se ne infischino di noi, di come si attacchino anche alle piccole cosa pur non avendone alcun bisogno.

Cosa volete che sappiano questi delle persone comuni?
Ma stiamo migliorando, mi sembra.
Non mi pare, prima il messaggio risultata 'limpido'.
E' possibile leggere l'articolo in questione e sapere se questa Claudia è parente del famoso costruttore/editore?

Grazie.
Non so se sia veramente una buona notizia, che ci piaccia o no siamo troppi e tra qualche decennio non ci sarà da vivere per tutti, quindi, ovunque colpisca, purche sia rapido ed indolore il trapasso, meglio un asteroide ad una carestia lunga e prolungata.
Caorso: a 21 anni dalla chiusura, le scorie sono ancora sul piazzale della centrale atomica dismessa, hanno tentanto circa un anno fa di portarle in Francia e sono state restituite al mittente. Non conosco le motivazioni ma è cosi.

Ci costa miliardi, ci lavorano ancora più di 100 persone.

Dove troveranno i soldi per le nuove 4 centrali atomiche, se non hanno i soldi neppure per la cassa integrazione dei 250.000 ma forse diventeranno molti di più, nuovi disoccupati?

A mio parere non le costruiranno mai, non nei prossimi decenni.

Il ponte sullo stretto, del quale non abbiamo ancora visto la posa del primo pilone, ci è già costato 250 milioni di euro, dove troveranno i soldi per costruirlo, considerando che in Sicilia mancano le ferrovie e la Salerno-Reggio Calabria sta miseramente franando prima ancora di essere ultimata, mafia permettendo?

Io sul nucleare vedo solo un effetto annuncio, oltre al fatto che esperti giudicano la tecnologia che i francesi vorrebbero venderci, superata.
Inoltre, visti i costi giganteschi, e anche in Finlandia hanno problemi di costi, passeranno almeno secoli prima di vedere qualche beneficio sulle bollette, ci sarà ancora questo disastrato pianeta?
meglio Soru........o meglio Fantoccio


pensavo capissi che era solo una battuta.................

Ciao Marco!

Anche se personalmente, turandomi il naso, avrei votato comunque per Soru, per qualche anno posso stare tranquilla che Cappellacci non mi tasserà la casa, quindi, meglio di niente, qualcosa in tasca mi resterà!

Mi adeguo, per forza di cose, a chi non sceglie per ideologia ma per interesse e in Sardegna ne ho.

Mia figlia di diplomerà a luglio e potrebbe trasferirsi in Sardegna e lavorare in proprio nel settore turistico/alberghiero.
Cristina, sto invecchiando, ho persino controllato e mi sembrava scritta dal moderatore e non parlasse del forum ma del giornale.

Per questo la trovavo in contrasto con la libertà di stampa, se un quotidiano dovesse scrivere le notizie, solo in funzione dell'interesse dell'editore, che informazione darebbe?

Tornando al forum, ci sono stati dei momenti in cui sarebbe stato si auspicabile un bel blocco temporaneo del forum, per far calmare le acque, invece sono andati avanti per circa venti giorni insulti di ogni genere, impuniti.

Io ho solo scritto che trovano ipocrita non ammettere che lo stop non era dovuto a problemi tennici, quando hanno scritto che c'era la massima libertà di opinione, visto che la scommessa che sarebbe miracolosamente ripartito il 16 febbraio, è stata vinta da molti, non solo da me. Tutto qui. Nessuno ha mai imposto all'Unione di mettere per forza a disposizione questo spazio, ma fin quando c'è, educatamente, io se ho voglia ne usufruisco, sempre meno, visto ormai il numero ridottissimo di argomenti.

Ciao.
Marco. se ho capito bene, MEGLIO FANTOCCIO!
A mio parere, la seguente frase, scritta dal moderatore, spiega meglio di qualunque altra considerazione il pensiero dell'editore, frase che limita tantissimo la libertà di stampa di quei giornalisti, che, in qualunque modo la pensino, devono abbassare la testa, sicuramente quelli dell'Unione Sarda:

non dice neppure che un giornale è obbligato a pubblicare le sue parole, magari contro l'interesse di chi lo finanzia.

Tomas, sono finalmente riuscita a vedere il famoso albergo/torri a Costa Rei in riva al mare, UN VERO ORRORE, nonostante mi abbiano detto che era anche peggio, prima degli ultimi ritocchi, le due torri laterali sono oscene.

Come ho sempre sostenuto, oltre alla distanza dal mare, andrebbe rispettato l'ambiente, e in questo mese ne ho contate a decine di costruzioni nuove o in fase di ultimazione, da abbattere per puro senso estetico.

Oggi facendo la strada interna da Villasimius a Castiadas, su una collina prima della località San Pietro, sulla destra, dei 'loculi' in costruzione, veri buchi che di bello avranno solo la vista.
Per par condicio sembra che una cenrale atomica verrà costruita in Sicilia, e una in Sardegna.

Dove?

e le altre due?
Kiko, spero fosse chiaro che io non mi riferivo a te, parlando di Beppino Englaro.

Nessuno ha sostenuto che il suo sia l'unico modo di amare un figlio, ci mancherebbe.

Io però ho letto tantissimi insulti nei suoi confronti, e non parlo di gente comune, quelli fanno meno male, ma di autorità (Formigoni un nome a caso) politiche e anche ecclesiastiche, poi per fortuna attenuate da personalità importanti sempre della Chiesa, e soprattutto tantissimi sostenere che non c'erano prove della volontà di Eluana di non voler vivere in quel modo.
Tralasciamo lo spettacolo indecente visto in Parlamento all'annuncio della morte della povera ragazza, invece di un momento di raccoglimento si sono viste corse al massacro ed insulti, accuse di assassinio.
Per questo mi sono permessa di scrivere che un padre, soprattutto viste le doti di Beppino Englaro e la tenacia nel portare avanti la sua battaglia civile, quando avrebbe potuto far morire la figlia in Svizzera nel silenzio generale, non si inventerebbe mai un desiderio da parte di sua figlia ridotta in stato vegetativo.

Ogni persona è libera se crede di chiedere di vivere in eterno in uno stato vegetativo, ma non di imporlo ad altri, quindi il testamento biologico è utile solo se permette una scelta da parte di ognuno di noi o dei genitori parlando di minori.

Nel 2008 la Francia ha espulso 7000 settemila romeni, l'Italia 40, quaranta.

Il 40% dei r0meni ricercati a livello internazionale stimano siano in Italia.

Il Presidente dell'associazione dei romeni in Italia dichiara:

siete una calamita per i delinquenti.

Cambierà qualcosa o peggiorerà soltanto, visto che sono milioni le persone intenzionate ad emigrare in Europa e il lavoro manca anche per gli europei?
Inutile se poi l'individuo non è libero di scegliere.

Io proprio non riesco a capire, perchè, chi pensa la sua vita sia sacra, anche in stato vegetativo, non lasci ad ognuno di noi la possibiltà, di decidere diversamente.

La mia vita è mia, solo mia, e come io non pretendo di condizionare quella degli altri, perchè qualcuno mi IMPONE di vivere attaccata ad un sondino e magari vent'anni, farmi lavare e cambiare da altri, visitare, senza il mio consenso?

Mia figlia Giulia, 20anni, che ne ha passate di ogni, in fatto di salute e interventi chirurgici, proprio ascoltando il caso Englaro, mi ha proibito assolutamente di farle fare, se disfraziatamente dovesse succedere, lo stesso calvario di Eluana.

Non so se ne sarei capace, ma questo è stato il suo pensiero, perchè allora dubitare di papà Englaro, un genitore non inventerebbe mai una cosa del genere, difficilissima da decidere, molto più facile lasciarle in ospedale.
Se la notizia corrisponde al vero, mi dispiace, ma le ronde le propongo ARMATE:

E' caccia al responsabile di una violenza sessuale consumata ieri sera, ma di cui si è avuta notizia solo oggi, ai danni di un ragazzino di 12 anni. Sarebbe stato attirato con un pretesto in un vicoletto nei pressi di piazza Poderico, non lontano dalla stazione centrale, dove è stata consumata la violenza. Il ragazzino ha riportato lacerazioni e contusioni in seguito alla violenza sessuale ed è stato ricoverato all'ospedale pediatrico Santobono con una prognosi di 7 giorni. Sull'episodio indaga la squadra mobile.

Ma dov'è finita l'umanità?

Nemmeno l'ergastolo è abbastanza per una bestia del genere.

riportata dall'Unione Sarda, è razzista?:

E' morta ieri sera, all'ospedale di Belgioioso (Pavia), la donna di 83 anni di Albuzzano (Pavia) che nella notte tra il 14 e il 15 febbraio scorso era stata aggredita e violentata da un romeno di 26 anni. L'anziana, che era anche non vedente, era stata ricoverata inizialmente con prognosi riservata nel reparto di chirurgia del Policlinico San Matteo di Pavia. Nei giorni scorsi le sue condizioni non erano migliorate, tanto da suggerirne il trasferimento all'ospedale di Belgioioso. Ieri sera è stata stroncata da una crisi improvvisa. Il romeno che l'ha violentata è rinchiuso nel carcere di Pavia. Era stata la nipote dell'anziana a lanciare l'allarme ed a chiedere l'intervento dei carabinieri, dopo avere udito nella notte le urla della zia. Il romeno, ubriaco dopo una serata trascorsa al bar, era stato subito fermato dai militari.
A mio parere sbagli, Cristina, pensando che il Vaticano sia disposto cosi facilmente a rinunciare alla parte dell'otto per mille, inespressa e ripartita, basta ricordare il can can per la rduzione dei soldi, circa 170 milioni di euro, alle scuole cattoliche, prontamente rimangiatosi da Berlusconi, per vedere che laChiesa, predica bene, ma razzola male.

Altrimenti con tutta la miseria che c'è e che prontamente denuncia, i poveri e i senza tetto, soprattutto a Roma, starebbero un pò meglio.

La povertà la predicano, ma non la esercitano, tutt'altro.

Se non avessi tre figlie che girano spesso anche da sole e di sera, quando rientrano, forse sarei anch'io contraria alle ronde, certo, sarebe preferibile un aumento delle forze dell'ordine, ma con i chiari di luna che si prospettano, sono previste chiusure di comandi di Polizia e riduzioni di personale, quindi, ben vengan i volontai, peccato che saranno pochi e non ovunque.
OGGI, sulle prime pagine, il Vaticano condanna 'le ronde contro la delinquenza diffusa', ma la Chiesa, non dovrebbe stare dalla parte dei più deboli, quindi delle vittime della delinquenza?

Ed inoltre, lo Stato, perchè deve essere condizionato e solo in Italia, dal vicino Vaticano, quando loro hanno dichiarato, non tanti mesi fa, che si dissociano dalle leggi del ns Stato?

Magari ci fossero state delle ronde alla Caffarella, a Bologna, a Tor di Quinto, a Guidonia, e ovunque sia messa a rischio la vita delle persone.

Avere oggi delle figlie, ventenni, è diventato un incubo, quando escono e fino al loro rientro.
Ho quasi paura, aprendo il frigor, si vedere e sentire Sanremo, ne parlano tutte le radio, i tg, i quotidiani, sospendono tutte o quasi le altre trasmissioni, persino la partita di calcio della mia juve è intervallata in radio dall'ariston, e poi si lodano per gli alti ascolti, ma chi non ha il pc, chi non ha sky, e non esce, che alternative ha se non può fare neppure del sano sesso: il festival!
Più che altro mi piacerebbe capir la logica per cui tanti argomenti sono in diretta, tipo 'stupri' e altri 'campagna elettorale' filtrati, e le considerazioni quindi che uno trae è che sia censura.

Almeno un segno per riconoscere gli argomenti filtrati andrebbe messo, cosi uno che non vuole essere censurato, li evita.

Grazie.

Buona notte, passo al POPOLO SARDO.
No, direi che Veltroni di colpe ne ha davvero poche, molte le hanno i quotidiani, in parte anche l'Unione Sarda, che non ha certo usato lo stesso metro nei confronti dei due candidati, e le conseguenze, come sempre, le pagano anche altri.

Veltroni ha sbagliato, ma solo per aver tolto dai guai Berlusconi quando era in diffioltà, prima di fondare il PD, ma la gente queste cose le dimentica in fretta e passa subito dalla parte del vincitore, non tutta per fortuna.

Tomas78 wrote:
Stupro della "Caffarella".
Ho sentito che il pretore di Roma aveva decretato l'espulione per uno dei due stupratori, data la sterminata rie di precedenti penali.
Il rumeno viene mandato in un centro temporaneo a Bologna.
Ma qui, ha la foruna di trovare un giudice donna che riesamina tutta la pratica e ritiene che non si tratta di un soggetto socialmente pericoloso e che dunque può restare in Italia.
Il soggetto torna a Roma, riprende a vivere di espedienti, alla fine fa quello che sappiamo.
Che eroi questi giudici... 


Lo stesso giudice, adesso, trema per la paura, vorrei capire il perchè, se era cosi sicura di aver agito nel giusto, non dovrebbe avere paura, altrimenti c'è da avere si paura, ma noi, di questi giudici cosi instabili.
ecco come aumentano l'audience per sanremo, eliminando annozero...............personalmente non lo guardo in ogni caso, il festival che ormai è tutto tranne che un festival della musica, fosse anche l'unica trasmissione al mondo rimasta.
Alle persone abusate, oltre ala riservatezza assoluta, va garantita una cura psicologica a vita e perchè no, anche una pensione di invalidità, proprio perchè per tutta la vita si porteranno il ricordo e l'angoscia di quei momenti. E' una guerra ormai e vanno trattati da reduci, con tutti i rguardi possibili e i benefici massimi. Non si risolverà il loro problema, ma sarà un gesto di riconoscimento eterno da parte dello Stato che non ha saputo proteggerli e non si seniranno abbandonat.
 
Profilo per alessandra riva -> Messaggi inviati da alessandra riva [149] Vai alla pagina: Precedente  1, 2, 3, 4, 5 Successivo 
Vai a: